Ultima modifica: 7 Luglio 2015
I.I.S.S. Piero Calamandrei > Controllo integrità del documento

Controllo integrità del documento

A partire dal 15 febbraio 2010, tutti i documenti ufficiali più importanti pubblicati sul nostro sito saranno accompagnati da una sequenza di 32 cifre alfanumeriche.

Questo numero rappresenta una sorta di "impronta digitale" ("fingerprint") del contenuto di un file ed è usata per attestare che lo stesso file non è stato alterato da virus, malware oppure dall'intervento di un malintenzionato. All'impronta digitale viene attribuito anche il nome di message digest, checksum o valore di hash.

Tra gli algoritmi di hash, utilizzeremo MD5. La firma MD5 è un algoritmo per la codifica di dati non invertibile. Ciò significa che MD5 opera in un unico senso: dato un testo di partenza consente di ricavare una codifica univoca. E' altamente improbabile ottenere una stessa codifica a partire da due documenti differenti.

Calcolando tramite un programma la firma MD5 di un documento e successivamente, confrontandola con quella presente sul sito della nostra scuola, è possibile verificare che il contenuto non sia stato alterato.

Uno dei tanti programmi gratuiti per la piattaforma Windows che calcola la firma digitale MD5 a partire da un file è il seguente: Winmd5